Carrozza: neo ministro del Miur.

10 Maggio 2013

lorem Il 28 aprile 2013 il neo Presidente del Consiglio Enrico Letta sceglie Maria Chiara Carrozza come Ministro per l'Istruzione e l'Università. Al neo ministro spetta una dura impresa, quella di rimettere a galla un sistema scolastico e universitario che è al collasso tra scarsa occupazione, stipendi bassi e problemi nei concorsi universitari. Il neo ministro accetta al sfida con piacere affermando ai microfoni del Tg2 di studiare attentamente le leggi dei suoi predecessori per poter portare interventi nuovi e utili, affinché gli studenti possano nuovamente credere negli studi.
Nel suo primo commento la neo ministra dichiara: "Il ministero dell'Istruzione, della ricerca e dell'università deve svolgere un ruolo fondamentale nel far ripartire le speranze del Paese" e poi ancora:"Con spirito di servizio metto a disposizione la mia esperienza per convincere gli italiani che l'istruzione e la conoscenza sono pedine fondamentali per la ripresa culturale ed economica dell'Italia. Dobbiamo aiutare i più meritevoli a studiare secondo i dettami della Costituzione, dare fiducia ai ricercatori e offrire nuove motivazioni a tutto il corpo insegnante. Dobbiamo dare forza e prospettive alle imprese, costruendo un Paese che individui grandi aree di investimento, di ricerca, di innovazione nell'industria, nell'agricoltura e nei servizi". Infine aggiunge Carrozza e sottolinea che "investire nella conoscenza significa investire sul futuro, nell'unica risorsa che non si può spostare altrove per essere prodotta a costi più bassi: è un settore che crea e salva posti di lavoro e questa è la nostra massima preoccupazione".
La sua candidatura al Parlamento era stata presentata su indicazione dall'ex segretario Pier Luigi Bersani nel listino delle delle candidature scelte tra esponenti della società civile. Il sindaco della città di Pisa, Filippeschi parla di "giusto riconoscimento ad una donna giovane e che non si è tirata indietro". Il rettore della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Pierdomenico Perata ritiene la candidatura di Carrozza un'ottima notizia:"il neo ministro offrirà al Governo una fortissima competenza in un settore di importanza strategica per il futuro del Paese".
Carrozza proviene dal mondo della ricerca, ingegnere esperto in robotica, quindi come professore ordinario di Ingegneria nella Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. E' stata rettore dello stesso ateneo per due mandati, a partire dal 2007 fino al febbraio scorso. Si è laureata in Fisica nel 1990 presso l'Università di Pisa e poi ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ingegneria presso la Scuola Superiore Sant'Anna nel 1994. Dal novembre 2006 è Professore Ordinario di Bioingegneria e Robotica presso la Scuola Superiore Sant'Anna. Dal novembre 2004 all'ottobre 2007 ha diretto la Divisione Ricerche della Scuola Superiore Sant'Anna, ha coordinato il laboratorio di robotica Arts dello stesso ateneo ed è entrata a far parte della giunta nazionale del Gruppo Nazionale di Bioingegneria.
E' stata visiting professor presso l'Università Tecnica di Vienna, dove ha tenuto un corso di Biomeccatronica; ha preso parte alla gestione scientifica del laboratorio congiunto Italia-Giappone per la Robotica Umanoide "Robocasa", presso la Waseda University di Tokyo; è "Guest Professor" dell'Università cinese dello Zhejiang.
Ha rivestito e riveste ancora incarichi di responsabilità scientifica e di coordinamento in numerosi progetti di ricerca europei. Autrice di numerosi lavori scientifici e di 15 brevetti nazionali ed internazionali ed è membro delle più prestigiose società scientifiche internazionali specializzate in robotica.
I suoi interessi di ricerca spaziano nei settori della bioingegneria della riabilitazione, biorobotica, robotica umanoide, bionica, mani robotiche e protesiche, ausili tecnologici, ambienti intelligenti, interfacce persona-macchina, sensori tattili, pelle artificiale, percezione tattile.
Nell'aprile 2013 ha lanciato il progetto triennale "Iuvo", del quale è coordinatrice scientifica, da sviluppare con l'Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Pisa, per realizzare un sistema robotico per favorire la funzionalità motoria degli arti inferiori.
Gli obiettivi che si prefigge di raggiungere la neo eletta Carrozza non sono stati ancora ufficialmente dichiarati. Ma da un intervista rilasciata a Le Scienze nel settembre 2010, in qualità di rettore della Scuola Superiore di Studi Universitari Sant'Anna di Pisa spiegava cosa avrebbe fatto se fosse stata il ministro dell'Istruzione. Maria Chiara Carrozza indicava subito come provvedimento urgente la riforma del reclutamento di docenti e ricercatori, affinché venisse basato sul concetto di responsabilità, intendendo che ogni ente e istituto del sistema formativo italiano dovesse assumersi la responsabilità del personale docente assunto, verificandone qualità e capacità. Si diceva contraria alla regola del sorteggio dei commissari nei concorsi – definendola "assurda" insieme a tante altre che tuttora appesantiscono il sistema. Secondo Maria Chiara Carrozza, uno degli obiettivi verso cui tendere era quello di optare per le chiamate internazionali così da aumentare la trasparenza di tutte le operazioni, preparandoci a una rivoluzione nel sistema del reclutamento.
Un altro degli obiettivi del neo ministro potrebbe essere quello di "investire nei giovani ricercatori", essendosi mostrata varie volte preoccupata per l'invecchiamento generale del sistema del Paese e, di conseguenza, per quello della classe docente lamentando la mancanza di ricambio generazionale nei posti di governo e di responsabilità.
inoltre è probabile che valuterà la qualità della didattica e analizzerà con precisione l'offerta formativa universitaria, che già nel 2010 la lasciava abbastanza perplessa. Bisognerà capire in che modo il ministro Carrozza si attrezzerà per fermare il declino di un sistema che, già allora, a suo giudizio si stava sgretolando.

Stefania Casamichele

commenti

Lascia un commento

Inserisci il nome ! Inserisci un'indirizzo email ! Inserisci un'indirizzo email valido ! Inserisci il commento !
Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.Leggi l'informativaCHIUDI