Giovannini al terzo settore: mobilitazione nazionale per l'emergenza lavoro

08 Novembre 2013

lorem Ogni anno 200 mila giovani che escono dalle superiori vanno ad ingrossare lo stock disoccupati e inattivi. Il programma europeo Garanzia Giovani sarà avviato dal primo gennaio 2014. Si baserà su un piano operativo nazionale che coinvolga partner pubblici e privati e sia attuabile con accordi specifici con ogni Regione o gruppo di Regioni. Incontrando i rappresentanti del Terzo Settore il Ministro del lavoro Enrico Giovannini ha sottolineato - "il programma costituisce una mobilitazione nazionale per l'emergenza lavoro". Garanzia Giovani è indirizzato alla fascia d'età tra i 15 e i 24 anni, dove attualmente 1,2 milioni di persone non studiano e non lavorano (i cosiddetti NEET). Ogni anno, dei 600 mila giovani che escono dalle superiori, 200 mila vanno ad aumentare lo stock di disoccupati o inattivi. Giovannini ha sottolineato che il Terzo Settore può contribuire validamente al programma grazie alla sua vocazione sociale, al contatto con il territorio, alle potenzialità dell'imprenditorialità sociale. All'incontro hanno preso parte i rappresentati delle associazioni del Terzo Settore e Volontariato: Convol, CsvNet, Forum Terzo Settore, che hanno assicurato supporto al progetto, con forme di collaborazione che verranno definite nelle prossime settimane.

commenti

Lascia un commento

Inserisci il nome ! Inserisci un'indirizzo email ! Inserisci un'indirizzo email valido ! Inserisci il commento !
Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.Leggi l'informativaCHIUDI